LeggiAMO: “La biblioteca dei morti”, di Glenn Cooper

La biblioteca dei mortiEra il settimo giorno del settimo mese dell’anno 777 quando questa storia ebbe inizio, dando così il via ad un’infinita catena di eventi sparsi un po’ per tutto il mondo e cronologicamente molto distanti tra loro. Un momento siamo ai giorni nostri a New York, dove due agenti dell’FBI stanno indagando su un abile e spietato serial killer e il momento dopo siamo nel Medioevo sull’attuale isola di Wight, dove il priore Josephus cerca in tutti i modi di custodire e proteggere un bambino del tutto particolare. Voltiamo ancora pagina e, nel capitolo successivo, siamo nel 1947, con Wiston Churchill e Truman Jacobson alle prese con un segreto di non poco conto…

Per poter descrivere eventi così lontani nel tempo e per non rendere il romanzo troppo noioso, Glenn Cooper, autore di La biblioteca dei morti, ha optato per un continuo passaggio da un secolo all’altro. Se all’inizio questo sistema appare un po’ “incasinato”, ben presto sarà chiaro e addirittura piacevole. Sì, perché crescerà in voi la voglia di continuare ripetutamente a leggere, soprattutto quando, ormai nel bel mezzo dell’avventura, i capitoli termineranno proprio sul più bello, facendo crescere la suspance.

Non sono solo lo schema narrativo e lo stile di Cooper ad avermi colpita, ma anche la storia. C’è chi l’ha giudicata “una scemenza irreale”, ma CHISSENEFREGA! C’è da dire che neanche io, solitamente, amo particolarmente i romanzi a tema magico o fantastico, ma non è sicuramente questo il caso. La piccola componente “irreale” è ben amalgamata ad una storia costruita e studiata nei minimi dettagli, che ci tiene ben in contatto con la realtà.

Ora manca soltanto il vostro parere quindi, se non lo avete ancora fatto, leggete questo libro e ditemi cosa ne pensate!

Selena

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...