Beliebers all’attacco: Giorgia vittima di cyberbullismo

Bieber-GiorgiaPochi giorni fa Bologna ha avuto l’onore di ospitare il concerto di Justin Bieber, giovane cantante amato e seguito da tantissime ragazzine di tutto il mondo. Quella del capoluogo emiliano era, pensate, l’unica data italiana! Riesco solamente a immaginare la felicità che possono aver provato le fans (o “Beliebers“) che vivono nelle vicinanze dell’Unipol Arena di Casalecchio di Reno. Mi immagino i loro salti di gioia, le loro urla isteriche e le suppliche ai genitori. Le vedo accampate davanti agli ingressi, munite di sacco a pelo e viveri, già una settimana prima dell’attesissimo evento…


Lo scopo di queste ragazzine, oltre a quello di cantare a squarciagola tutte le canzoni, era quello di essere chiamate sul palco, per poter toccare il loro idolo. Eh già, perché Justin Bieber, in ogni tappa del suo ultimo tour, ha accolto sul palco una ragazza scelta tra quelle del pubblico, facendola accomodare su un trono e dedicandole la sua One less lonely girl.

La prescelta di questa serata italiana? La giovane Giorgia di Pescara. La quattordicenne, che si trovava a Bologna solamente per accompagnare una sua amica, ha subito chiesto di poter far cambio con quest’ultima, invano. E’ toccato proprio a lei salire sul palco, invidiata da tutte le ragazzine urlanti.

Questo per Giorgia non era certamente un sogno, forse soltanto un gioco, purtroppo trasformatosi in incubo. Un incubo che continua ancora oggi, a distanza di cinque giorni dal concerto, e probabilmente continuerà anche nelle prossime settimane.

Chi ha scatenato questo inferno? Molte delle ragazzine che quella serata sono morte di invidia, perché LORO dovevano salire sul palco, non una mancata fan qualunque. La delusione ha letteralmente scatenato un putiferio. Continue offese nei confronti di Giorgia per mezzo di Facebook e Twitter, hanno costretto la quattordicenne a chiudere, almeno momentaneamente, i suoi account.

Per farvi capire la gravità della situazione, vi riporto alcuni messaggi destinati a Giorgia: “Ti vorrei buttare giù dalle scale”, “Io prenderei a sprangate quella…”, “Nei suoi occhi non c’era un briciolo d’emozione, l’ho subito visto”.

Ragazzi, ma non sapete che è bene contare fino a dieci prima di parlare? Sembrerà una frase fatta, ma non posso non scriverlo…dove cavolo finiremo di questo passo? Immagino che non debba ricordarvelo io il tragico epilogo di alcune vittime di cyberbullismo (bullismo online), come Amanda Todd o Megan Meier.

E’ ora che tutti noi impariamo a rispettare di più gli altri e a pensare, prima di aprire bocca, alle possibili conseguenze delle nostre parole, perché solo così possiamo cercare di migliorare un po’ il mondo.

If you wanna make the world a better place
take a look  at yourself, and then make a change.

Michael Jackson

Selena

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...