“Il grande Gatsby”, di Baz Luhrmann

Locandina Il Grande GatsbyEra uno dei film più attesi dell’anno, ha avuto l’onore di aprire le danze del rinomato Festival de Cannes, prometteva agli spettatori un tuffo nello sfavillante mondo dei protagonisti, eppure al termine della proiezione de Il grande Gatsby, che vede come attori protagonisti Leonardo DiCaprio, Carey Mulligan Tobey Maguire, alla Croisette (viale francese che ospita il Palais des Festivals et des Congrès) è calato il gelo. Si dice infatti che nessuno (o quasi) abbia applaudito, perfettamente in linea con il pensiero espresso poi da numerosi critici.

Un fallimento che avrebbe dovuto essere un magnifico errore“, dice Connie Ogle, di Miami Herald.

Peter Travers, di Rolling Stone scrive invece: “Quest’estate ci possono essere film peggiori de Il grande Gatsby, ma non ci sarà una delusione più schiacciante“.

Infine un critico italiano. Paolo Mereghetti, giornalista de Il Corriere: “Oso? Ma sì, oso: Il grande Gatsby di Baz Luhrmann è noioso!

Io, da grande fan di Leonardo DiCaprio, penso che il film andrebbe apprezzato maggiormente soltanto per la sua interpretazione. Ormai siamo abituati alle sue grandi performances, ma questa volta ritengo abbia dato davvero il meglio di sé. In una stessa scena sapeva essere profondamente romantico e innamorato di Daisy, ma anche furioso a tal punto che la voce fuoricampo di Nick Carraway, il personaggio interpretato da Tobey Maguire, ha affermato che “aveva davvero l’aria di qualcuno che aveva ucciso un uomo.” Ma non solo. L’ansia che provava Gatsby mentre aspettava di rivedere, dopo cinque lunghi anni, la sua amata, la percepivo anche io. Il suo continuo correre a destra e a sinistra, il suo sguardo cupo e la sua evidente preoccupazione mi hanno tenuto davvero sulle spine per tutta la durata della scena!grande Gatsby3
Vi assicuro che non tutti gli attori godono di questa dote che mette a proprio agio gli spettatori, facendoli sentire parte del film (nonostante tu abbia optato per la visione in 2D). Questa dote io la chiamo talento, non so voi.

Se dovessi scrivere unicamente del film probabilmente sarei un po’ meno entusiasta, ma certamente non delusa. Forse la sua durata (143 minuti) fa apparire un po’ lenta e pesante la trama, che però subisce diverse riprese, per merito anche delle musiche utilizzate.
Esse, per la cui realizzazione sono stati coinvolti artisti del calibro di Jay-Z e Beyoncé, sono musiche moderne, più vicine ai giorni nostri che agli anni ’20 (il film è ambientato nell’estate 1922). Forse è proprio per questo che riescono a catturare maggiormente la nostra attenzione, invogliandoci quasi ad unirsi allo sfrenato divertimento dei partecipanti alle feste che Gatsby organizza ogni fine settimana a casa sua.

E voi, avete partecipato alla festa di Gatsby questo weekend? Condividete la mia idea o, come la maggior parte dei critici, siete piuttosto scettici? Fateci sapere, mi raccomando!

A film still from The Great Gatsby

Selena

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...