Di ritorno dalle vacanze, tanti spunti per le vostre prossime ferie!

vespaOrmai, anche per quest’anno, siamo giunti al termine delle vacanze estive. Lo sappiamo, sicuramente sono giorni che vi ripetete: “com’è possibile che stia già per concludersi tutto?” Anche noi vi facciamo compagnia con questo triste pensiero, increduli per la velocità con cui sono trascorse queste settimane di libertà e relax. Solo l’altro giorno eravamo in riva al mare, stesi al sole a cuocerci, impegnandoci al massimo per risultare almeno un minimo abbronzati. L’auricolare nelle orecchie, con la musica ad alto volume, e la brezza marina ci avevano allontanato dalle preoccupazioni e dai mille impegni di cui è ricco il nostro cupo inverno. È bastato quasi un battito di ciglia e pouf! Eccoci già alla fine dell’estate, pronti (mica tanto, in realtà) ad accogliere l’autunno.
Per fortuna ci siamo noi di Bastaunclick, sempre a vostra disposizione. In questo post infatti, come vi abbiamo già anticipato sulla nostra pagina Facebook (a proposito…avete messo “Mi piace”, vero?), vorremmo dare la possibilità di viaggiare a tutti coloro che quest’estate non si sono potuti allontanare dalla città e, perché no, offrire anche uno spunto a chi sta già organizzando le prossime vacanze.

16

36

13

Se, dalle prime foto postate, non avete ancora capito la meta della nostra vacanza, lo farete sicuramente con la seguente immagine…questa non potete davvero sbagliarla!

37

Roma. Caput mundi. Città eterna. Urbe.

Tutti voi, anche se non siete mai stati nella Capitale, conoscete sicuramente i monumenti più importanti della città, ciò per cui la nostra Roma è famosa in tutto il mondo. Chi non sa dell’esistenza del Colosseo, della Basilica di San Pietro con il suo bel cupolone e dell’ampia scalinata di Piazza di Spagna? Anche noi, essendo andati a Roma più volte in passato (e che ce voi fa’? Roma ce piace ‘na cifra!), conoscevamo alla perfezione la strada per raggiungere l’Altare della Patria oppure il nome della fermata della metro più vicina a Piazza del Popolo. Così, per non rendere monotona la nostra vacanza, rischiando di visitare per ore solo ed esclusivamente luoghi già visti e rivisti, abbiamo deciso di cercare nuove “attrazioni”.
La scappata veloce ai comuni Colosseo, Altare della Patria, Via Condotti (e tanti altri luoghi fantastici che ci rendono fieri di essere italiani) non c’è certamente sfuggita, per il resto abbiamo però cercato di visitare posti meno conosciuti. Nascosti agli occhi dei turisti e, fino a poco tempo fa, anche ai nostri.

Tramonto al Pincio. Tante volte siamo andati a Roma, ma mai ci era capitato di osservare attentamente Roma al tramonto, né tantomeno dal Parco del Pincio. L’ampio terrazzo pinciano offre una splendida veduta di tutta Roma e soprattutto di Piazza del Popolo che, nelle ultime ore del pomeriggio, viene inondata da una luce speciale. Il tutto perfettamente accompagnato dalle dolci note di un cantante di strada, che con le sue canzoni rende quasi intima l’atmosfera che si crea tra i presenti.
Chissà, se sarete fortunati come noi, ad un certo punto sentirete anche qualche nota famigliare (di uno dei nostri idoli) provenire dal basso, proprio da Piazza del Popolo. Appena abbiamo capito di cosa si trattasse, siamo scesi a guardare. Era niente meno che Michael Jackson (ovviamente impersonato da un bravissimo artista di strada), che ballando sulle sue canzoni più famose ci ha regalato bei momenti di spettacolo, ripetendo alla perfezione i passi del Re del Pop e radunando a sé molte persone.

Come raggiungerlo?

Scendete dalla fermata Flaminio della metro linea A e dirigetevi in Piazza del Popolo. Qui, sulla vostra sinistra, troverete una scalinata. Salite le scale e, una volta in cima, proseguite la salita percorrendo il sentierino dell’aiuola davanti a voi, finché non raggiungete un’altra scala. In cima ad essa, sulla destra, troverete il Terrazzo del Pincio, da cui potrete ammirare un fantastico panorama di Roma!

145Piazza del Popolo vista dal terrazzo del Pincio, Roma

166Tramonto dal terrazzo del Pincio, Roma

155Tramonto dal terrazzo del Pincio, Roma

Via Margutta. Via Margutta è il titolo di una canzone di Luca Barbarossa ma, per chi non lo sapesse, è anche il nome di una via romana, parallela a Via del Babuino. Diventata famosa dopo il film Vacanze Romane del 1953, con Audrey Hepburn e Gregory Peck, è oggi ricordata in quanto ospita l’abitazione del regista Federico Fellini e della moglie, nonché famosa attrice italiana, Giulietta Masina.
Da qui si possono ammirare alcuni degli scorci più caratteristici di Roma, una passeggiata ve la consigliamo.

Come raggiungerla?

Scendete dalla fermata Flaminio della metro linea A, attraversate Piazza del Popolo e dirigetevi verso Via del Babuino. Prendete poi la seconda traversa a sinistra, sbucando così direttamente in Via Margutta.

134Via Margutta, Roma

130Casa di Federico Fellini e Giulietta Masina, Via Margutta, Roma

136Via Margutta, Roma

IMG_0105Via Margutta, Roma

Piazza Navona di notte. Tutte le volte che siamo capitati a Roma abbiamo sempre fatto un salto in Piazza Navona, senza però riuscire mai ad andarcene entusiasti. Sarà per la sua forma allungata, che quasi non permette di averne una visione integrale, ma c’era qualcosa che non ci convinceva.
Beh, forse ora abbiamo capito il motivo: ci siamo sempre andati nell’orario sbagliato. Il momento giusto per visitare Piazza Navona è certamente la sera (per ammirare i capolavori di Bernini e di Borromini potete tornarci un altro giorno, dai!), durante la quale sarete al centro di uno spettacolo particolare, molto italiano. Non sono molti, infatti, i luoghi al mondo in cui una piazza diventa il raduno di tantissimi artisti di strada. In quei pochi metri potete trovare abilissimi ritrattisti, capaci di dare forma e senso di reale profondità ad un disegno con pochi e semplici schizzi; c’è chi invece è specializzato in caricature, interpretando ed esagerando i tratti del volto di chiunque decida di mettersi in gioco; “gioiellieri” di strada che in tre minuti realizzano ciondoli con il nome, servendosi solo di fil di ferro e pinzette; turisti stranieri che intrattengono la folla improvvisando una simpatica piramide umana, rallegrando ulteriormente il clima della piazza.
Fateci un salto, vi piacerà!

Come raggiungerla?

Da Castel Sant’Angelo, attraversate il ponte e proseguite sul Lungotevere alla vostra sinistra fino al Ponte Umberto I. Qui attraversate a destra e proseguite fino in fondo a via Giuseppe Zanardelli, all’incrocio mantenete la sinistra e prendete la prima viuzza alla vostra destra, in pochi attimi sarete in piazza. 

45(2)Artista di strada all’opera, Piazza Navona, Roma

Piazza Cavalieri di Malta. E’ una piazza apparentemente vuota e ampia, che nasconde però un piccolo segreto. Basta avvicinarsi alla grande porta chiusa, allungare l’occhio nella serratura e guardare oltre. Quello che vedrete vi sorprenderà: un’arcata di fitte e verdi foglie condurrà il vostro sguardo verso il fondo dove, tra spiragli di luce, potrete ammirare il Cupolone di Piazza San Pietro.

Come raggiungerla?

Dalla fermata della metro A Circo Massimo costeggiate a piedi Via del Circo Massimo. Giungerete poi ad uno spiazzo con un monumento dedicato a Giuseppe Mazzini, oltrepassatelo e girate a sinistra in Via di Valle Murcia. Da qui andate sempre dritto e in breve tempo troverete il Giardino degli Aranci sulla destra. Proseguendo ancora dritto per 150 metri arriverete in Piazza dei Cavalieri di Malta.

Risultati della ricerca per 0214Piazza dei Cavalieri di Malta, Roma

Sora Mirella. Si tratta del chiosco di grattachecche migliore di Roma. Deve quindi essere una tappa obbligatoria del vostro soggiorno romano, perfetta per rinfrescarvi durante un pomeriggio particolarmente afoso.
A dir la verità, questo non era proprio un luogo a noi sconosciuto. Lo frequentiamo ormai da anni, ogni volta che ci capita di andare a Roma nei mesi estivi.
Il motivo per cui lo aggiungiamo a questo elenco è molto semplice: far provare a tutti questa specialità, raccomandandovi di diffidare delle imitazioni. Andate dritti da Sora Mirella senza voltarvi indietro, non ve ne pentirete.

Come raggiungerlo?

Usciti dalla fermata della metro A Circo Massimo percorrete a piedi Via del Circo Massimo, fino in fondo. A quel punto vi troverete ad un incrocio, attraversatelo e raggiungete il secondo incrocio. Oltrepassate anche quest’ultimo e proseguite verso destra, costeggiando il Tevere fino al ponte Palatino. Attraversate il ponte e, se possibile, cambiate lato, in modo da trovarvi già dal lato giusto del marciapiede che conduce, proseguendo sempre dritto, al chiosco di grattachecche Sora Mirella.

59Grattachecche, Roma

Teatro Marcello. Abbiamo sempre saputo della sua esistenza grazie ad una guida turistica di Roma che ci portiamo sempre dietro, ma non abbiamo mai saputo dove si trovasse esattamente. E il bello è che noi, ignari, ci siamo passati dietro un sacco di volte per andare da Sora Mirella! L’ultimo giorno di permanenza a Roma, per puro caso, ci siamo imbattuti in questo edificio, riconoscendo subito di cosa si trattasse. A dir la verità non è niente di che, ma la sua somiglianza con il Colosseo è davvero evidente. Poi il fatto che il Teatro di Marcello, così piccolo rispetto all’Anfiteatro Flavio, sia stato costruito circa 80 anni prima di quest’ultimo, fa scherzosamente pensare che possa essere una sorta di malacopia, di bozza del progetto vero e proprio.

Come raggiungerlo?

Come per Sora Mirella, percorrete tutta Via del Circo Massimo. In fondo alla via, al primo semaforo, svoltate a destra e proseguite in Piazza della Bocca della Verità. Continuate sempre dritto sulla stessa strada finché, dopo qualche minuto di camminata, non troverete il Teatro Marcello sulla sinistra.

44Teatro Marcello, Roma

Obelisco della Minerva. È uno dei tredici obelischi di Roma, situato proprio dietro il Pantheon. Trovarlo è stato davvero una pura coincidenza, visto che nessuno di noi era al corrente (in tutta ignoranza) della sua esistenza. Stavamo cercando di raggiungere il Pantheon percorrendo una strada sconosciuta, passando per Via Pie’ di Marmo (così chiamata per la presenza di una statua raffigurante un enorme piede), quando ci siamo imbattuti in quest’opera che ha subito attirato la nostra attenzione per la presenza di un grande elefante incastonato sotto l’obelisco.

Come raggiungerlo?

Quando vi trovate di fronte al Pantheon, prendete la stradina alla vostra sinistra, che costeggia l’edificio. Sempre sulla sinistra, dopo pochi metri, vi troverete di fronte all’Obelisco della Minerva.

55Elefante dell’Obelisco della Minerva, Piazza della Minerva, Roma

Ostia Lido. Il tempo prometteva bene e noi avevamo voglia di rilassarci. Cosa c’era di meglio di una mattinata al mare? Detto, fatto. In mezz’ora/tre quarti d’ora di metro siamo giunti a destinazione, decisi a dirigerci alla prima spiaggia libera.
Come accade anche da noi in Romagna, numerosi vucumprà hanno subito iniziato a fare affari, proponendo bracciali, orecchini, collane e occhiali, ma anche bomboloni e cornetti.

Come raggiungerlo?

Prendete la metro A fino a Piramide. Da qui cambiate binario, seguendo l’indicazione Lidi. Salite sul treno e scendete alla fermata Stella Polare. Una volta usciti dalla stazione potrete raggiungere il lungomare andando sempre dritto. Costeggiatelo per 500 metri verso sinistra e troverete la spiaggia libera sulla vostra destra.

Cinecittà. La città del cinema, una città dentro un’altra città. Una città magica, dove tutto sembra reale, ma quasi nulla lo è. Le case appaiono frontalmente come solide costruzioni ma, se ti sposti leggermente di lato, ti puoi facilmente accorgere dell’impalcatura che le sorregge.
Set, oggetti di scena, effetti speciali, costumi di scena…tutto viene messo in mostra al pubblico. Noi non potevamo non cogliere al volo questa possibilità ed ora non aspettiamo altro che condividerla con voi.
Nel prossimo post vi racconteremo tutto nel minimo dettaglio, cercando di non tralasciare nulla di importante e allegando le foto più belle che abbiamo scattato.

Come raggiungerla?

Prendete la metro A direzione Anagnina, fino alla fermata Cinecittà. Sbucherete proprio davanti all’entrata!

4Ingresso di Cinecittà, Roma

Da bravi ragazzi vogliamo darvi ora qualche utile consiglio, che potrà migliorare la vostra permanenza a Roma. Come potrete immaginare, anche la Capitale è “invasa” da venditori ambulanti di ogni genere. Bene, il nostro messaggio è quello di prestare particolare attenzione ai Pakistani. Non si tratta di razzismo, intendiamoci, ma di un semplice modo per salvaguardare la vostra vacanza. Essi, infatti, cercheranno in ogni modo di appiopparvi una rosa o un braccialetto della fortuna! Ed è soprattutto da quest’ultimo che vi consigliamo di tenervi alla larga. Quello che loro chiamano “braccialetto della fortuna”, e che legano al polso dei loro clienti con una sorta di rito propiziatorio (per ogni nodo sussurrano un “buona fortuna” o un “auguri”, seguito dal nome della persona che hanno davanti), è in realtà causa continua di iella.
Come se non bastasse, la iella abbiamo anche dovuta pagarla! Uno di questi ambulanti, infatti, prima ci ha detto “regalo regalo” iniziando ad annodare i braccialetti attorno ai nostri polsi poi, una volta finita l’operazione, ci ha fatto due occhioni da cerbiatto implorando “Daaaaai sooldi, daaai sooldi…” e noi impietositi abbiamo “dato soldi”.

Altro consiglio utile, dedicato soprattutto a chi prende spesso i mezzi pubblici, è quello di seguire la lezione d’astuzia che ci ha dato la nostra amica. Lei conservava gelosamente soldi e documenti in una piccola taschina della borsa, separati quindi dal portafoglio, nel quale teneva solo qualche spicciolo e niente più.
Un giorno, durante uno spostamento in metro, come per magia, il portafoglio è sparito dalla borsa (tenuta chiusa e ben salda sotto il braccio). La colpa è, purtroppo, dei soliti zingari, che agiscono sempre in due: uno distrae la gente dando colpetti sulle spalle e piccole spinte, l’altro (solitamente un bambino, per la sua particolare abilità ad intrufolare le mani in spazi impossibili) apre le borse con una mano fatata, così leggera che è impossibile da percepire. In un baleno può sparirvi qualsiasi cosa dalla borsa o dallo zaino. E in un altro baleno i ladri sono già scappati dalla circolazione.
Prestate quindi il massimo dell’attenzione, specialmente se avete uno zaino, che noi consigliamo di tenere sempre sulle spalle ma allacciato in grembo, in modo da evitare spiacevoli inconvenienti!
Sappiate comunque che in questi casi, anche se denunciate il fatto alle autorità, come abbiamo fatto noi, non sarà possibile fare nulla, perché si tratta di bambini e perché la refurtiva passa molto velocemente di mano in mano.. e chi la ritrova più?? Perciò, attenzione ragazzi!

In conclusione, dopo avervi catechizzati per bene, vi lasciamo con le foto dei luoghi più comuni di Roma che, nonostante li abbiamo visti già tantissime volte, non smettono mai di stupirci per la loro imponenza e la loro bellezza.
Per quanto ci riguarda: A PRESTO ROMAAAAA!!!

�_Piazza di Spagna, Roma

9Giardino degli Aranci, Roma

18Giardino degli Aranci, Roma

25(2)Villa Borghese, Roma

57Pantheon, Roma

43(3)Colosseo, Roma

1Piazza San Pietro, Città del Vaticano, Roma

12Piazza San Pietro, Città del Vaticano, Roma

10(3)Via della Conciliazione, Città del Vaticano, Roma

195(2)Altare della Patria, Roma

191(3)Fontana di Trevi, Roma

59(2)Castel Sant’Angelo, Roma

14Castel Sant’Angelo, Roma

64(2)Mercatini di Castel Sant’Angelo, Roma

210Fori Imperiali, Roma

211Fori Imperiali, Roma

206Colonna Traiana, Roma

66Colosseo, Roma

76(3)1, 2, 3 per le vie di Roma

Selena e Roberto

2 pensieri su “Di ritorno dalle vacanze, tanti spunti per le vostre prossime ferie!

  1. Ho trascorso una indimenticabile vacanza a Roma con la mia famigliola, mio marito e due fantastici bambini, ed abbiamo scelto di affittare un appartamento in residence a Roma centro , non potevamo fare una scelta migliore!
    Appartamenti eleganti e comodissimi, nella zona c’erano tutti i servizi necessari, o pochi metri le fermate dei mezzi pubblici.
    Confermo pienamente tutto quanto da voi descritto sulle bellezze della Capitale, gli artisti di Piazza Navona, le grattachecche di Sora Mirella, è stata una vacanza da sogno.
    Girando per il centro abbiamo potuto visitare la città con i suoi splendidi monumenti con estrema facilità…che bello perdersi per i vicoli tra i bellissimi palazzotti romani!!!
    ….”Arrivederci Roma”….

    • Ottima scelta Federica, davvero! Roma è stupenda ed ogni occasione è buona per tornare a visitarla. Basterebbe poi saper sfruttare al meglio le sue potenzialità per renderla ancora più straordinaria ed unica in tutto il mondo.
      Ci fa molto piacere che tu abbia apprezzato il nostro articolo, continua a seguirci e non perdere il post sulla nostra visita a Cinecittà! Anche questa, come il resto della nostra bella Capitale, merita davvero.

      Buon weekend,
      Elisa, Roberto e Selena

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...