Academy Awards 2014: and the Oscar goes to…

Li abbiamo attesi con particolare interesse questi Premi Oscar. Tutta l’Italia li ha attesi, speranzosa di veder trionfare La grande bellezza (qui la nostra recensione), capolavoro completamente made in Italy di Paolo Sorrentino. E ce l’abbiamo fatta! L’Italia, dopo ben 15 anni (l’ultima volta è stato nel 1999, con la doppia vittoria di Roberto Benigni, come miglior attore protagonista e per il miglior film straniero, La vita è bella) ha riconquistato Hollywood con una pellicola interamente ambientata nella nostra Roma.

Ecco qui, per chi se lo fosse perso, il momento di gioia e orgoglio italiano. Paolo Sorrentino, accompagnato sul palco dal protagonista Toni Servillo e dal produttore Nicola Giuliano, ringrazia lo staff, le sue fonti di ispirazione (Federico Fellini, i Talking Heads, Martin Scorsese e Diego Armando Maradona), Roma, Napoli e le sue “personali grandi bellezze”: la moglie Daniela (sorridente fra il pubblico), i figli Anna e Carlo, il fratello e i genitori.

Ma ora facciamo un attimo il punto della situazione, riassumendo tutte le altre vittorie agli Academy Awards 2014.

  • Miglior film: 12 anni schiavo, di Steve McQueen
  • Miglior regia: Alfonso Cuarón, per Gravity
  • Miglior attore protagonista: Matthew McConaughey, per Dallas Buyers Club 
  • Miglior attrice protagonista: Cate Blanchett, per Blue Jasmine
  • Miglior attore non protagonista: Jared Leto, per Dallas Buyers Club
  • Miglior attrice non protagonista: Lupita Nyong’o, per 12 anni schiavo
  • Miglior sceneggiatura originale: Spike Jonze, per Lei
  • Miglior sceneggiatura non originale: John Ridley, per 12 anni schiavo
  • Miglior fotografia: Emmanuel Lubezki, per Gravity
  • Miglior scenografia: Catherine Martin e Beverly Dunn, per Il Grande Gatsby
  • Miglior film straniero: La grande bellezzadi Paolo Sorrentino (Italia)
  • Miglior film d’animazione: Frozen – Il regno di ghiaccio, Chris Buck, Jennifer Lee e Peter Del Vecho
  • Migliori effetti speciali: Tim Webber, Chris Lawrence, David Shirk e Neil Corbould, per Gravity
  • Miglior montaggio: Alfonso Cuarón e Mark Sanger, per Gravity
  • Miglior sonoro: Glenn Freemantle, per Gravity
  • Miglior montaggio sonoro: Skip Lievsay, Niv Adiri, Christopher Benstead e Chris Munro, per Gravity
  • Miglior colonna sonora: Steven Price, per Gravity
  • Miglior canzone originale: Let it go, di Kristen Anderson-Lopez e Robert Lopez (Frozen – Il regno di ghiaccio)
  • Miglior trucco e acconciature: Adruitha LeeRobin Mathews, per Dallas Buyers Club
  • Migliori costumi: Catherine Martin, per Il Grande Gatsby
  • Miglior documentario: 20 Feet from Stardomdi Morgan Neville, Gil Friesen e Caitrin Rogers
  • Miglior corto documentario: The Lady in Number 6: Music Saved My Life, di Malcolm Clarke e Nicholas Reed
  • Migliori cortometraggio: Helium, di Anders Walter e Kim Magnusson
  • Miglior cortometraggio d’animazione: Mr. Hublot, di Laurent Witz e Alexandre Espigares

Alle varie proclamazioni dei vincitori, si sono alternate numerose e divertentissime gag, eccone qualcuna.
Jennifer Lawrence è caduta (recidiva la ragazza! Vi ricordate la premiazione dello scorso anno?!) sul red carpet, aggrappandosi alla spalla di una ragazza davanti a lei e scoppiando poi a ridere divertita. Niente di grave per fortuna, probabilmente tutto causato da un mix di felicità, emozione e tensione accumulata negli ultimi giorni. E come darle torto, così giovane (classe 1990) è già alla sua terza candidatura agli Oscar. L’attrice infatti era già stata nominata nel 2011 come Miglior attrice protagonista in Un gelido inverno e lo scorso anno, il 2013, quando ha vinto nella medesima categoria per Il lato positivo.

Jennifer Lawrence caduta

Pharrell Williams, mentre cantava la sua Happy, candidata a Miglior colonna sonora per Cattivissimo me, è sceso dal palco facendo scatenare la platea, in particolare Lupita Nyong’o, Meryl Streep e Amy Adams.

Ellen DeGeneres, la simpatica presentatrice, accompagnata da un fattorino, ha distribuito pizza a tutti e ha raccolto mance per il “ragazzo della pizza”, aggirandosi per il teatro con il cappello di Pharrell in mano. Si è travestita da fatina e ha scattato selfie, di cui uno passato alla storia come il più retwittato. L’immagine con Bradley Cooper, che ha scattato la foto con il cellulare della conduttrice, Jennifer Lawrence, Jared Leto, Lupita Nyong’o e il fratello Peter, Angelina Jolie e Brad Pitt, Meryl Streep, Julia Roberts, Kevin Spacey e Channing Tatum ha infatti totalizzato quasi 3 milioni di retweet, di cui 100 mila dopo pochissimi minuti e 800 mila nella prima mezz’ora.

Selfie da oscar

Insomma, in questi ultimi Oscar pare sia accaduto davvero di tutto! Ma io ho ancora un dubbio, in comune sicuramente a moltissime altre persone al mondo: Leonardo DiCaprio vincerà mai un Oscar? Io aspetto solo quel momento.

Ps: Tra pochissimo, alle 21.10 circa, non perdetevi il film premio Oscar, La grande bellezza, su Canale 5. E ancora complimenti al “nostro” Paolo Sorrentino!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Selena

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...