Grammy Awards 2015: tutti i vincitori

grammy-awards-2015 La scorsa notte, in quel di Los Angeles, dallo Staples Center è andato in onda un altro grandissimo evento dedicato alle premiazioni (come ormai siamo abituati a vedere in questi giorni). Stavolta non si trattava di cinema, bensì di musica. I Grammy Awards, giunti quest’anno alla 57esima edizione, sono infatti considerati un po’ come gli Oscar della musica internazionale e, come tali, vengono consegnati in una cerimonia che ha poco da invidiare a quella organizzata dall’Academy. In questo post andiamo brevemente a vedere come è andata la serata con tutti i vincitori per categoria.

  • Disco dell’Anno: Stay with me (darkchild version), di Sam Smith
  • Canzone dell’Anno: Stay with me (darkchild version), di Sam Smith
  • Album dell’Anno: Morning phase, di Beck
  • Miglior Nuovo Artista: Sam Smith
  • Miglior Duo/Gruppo Pop: Say something, di A Great Big World & Christina Aguilera
  • Miglior Album Pop Tradizionale: Cheek to cheek, di Tony Bennett & Lady Gaga
  • Miglior Performance Solista Pop: Happy, di Pharrell Williams
  • Miglior Album Pop Vocale: In the lonely hour, di Sam Smith
  • Miglior Album Rock: Morning phase, di Beck
  • Miglior Canzone Rock: Ain’t it fun, dei Paramore
  • Miglior Album Rock Alternativo: St. Vincent, di St. Vincent
  • Miglio Performance Metal: The last in line, di Tenacious D.
  • Miglior Performance Rap: I, di Kendrick Lamar
  • Miglior Collaborazione Rap: The monster, di Eminem & Rihanna
  • Miglior Canzone Rap: I, di Kendrick Lamar
  • Miglior Album Rap: The Marshall mathers Lp2, di Eminem
  • Miglior Performance R&B: Drunk in love, di Beyoncé & Jay-Z
  • Miglior Performance R&B Tradizionale: Jesus Children, di Robert Glasper Experiment, Lalah Hathaway & Malcolm-Jamal Warner
  • Miglior Album Urbano Contemporaneo: Girl, di Pharrell Williams
  • Miglior Album R&B: Love, marriage & divorce, di Tony Braxton & Babyface
  • Miglior Album Strumentale Contemporaneo: Bass & Mandolin, di Chris Thile & Edgar Meyer
  • Miglior Album Dance/Elettronica: Syro, di Aphex Twin
  • Miglior Registrazione Dance: Rather Be, di Clean Bandit & Jess Glynne
  • Miglior Colonna Sonora per Visual Media: Frozen
  • Miglior Score Soundtrack per Visual Media: The Grand Budapest Hotel, di Alexandre Desplat
  • Miglior Canzone Scritta per Visual Media: Let it go (dal film Frozen), di Kristen Anderson-Lopez & Robert Lopez
  • Miglior Album Country: Platinum, di Miranda Albert
  • Miglior Duo/Gruppo Country: Gentle on my mind, dei The Band Perry
  • Miglior Canzone Country: I’m not gonna miss you, di Glen Campbell & Julian Raymond
  • Miglior Album Bluegrass: The Earls of Leicester, dei The Earls of Leicester
  • Miglior Performance American Roots: A feather’s not a bird, di Rosanne Cash
  • Miglior Canzone American Roots: A feather’s not a bird, di Rosanne Cash
  • Miglior Album Americano: The river & the thread, di Rosanne Cash
  • Miglior Album Folk: Remedy, degli Old Crow Medicine Show
  • Miglior Video Musicale: Happy, di Pharrell Williams
  • Miglior Film Musicale: 20 Feet from stardom
  • Produttore dell’Anno per Musica Non Classica: Max Martin
  • Miglior Arrangiamento A Cappella: Pentatonix, dei Daft Punk
  • Miglior Arrangiamento Strumentale e Vocale: New York tendaberry, di Billy Childs
  • Miglior Package: Jeff Ament, Don Pendleton, Joe Spix e Jerome Turner, per l’album Lightning bolt, dei Pearl Jam
  • Miglior Package in Edizione Limitata: Susan Archie, Dean Blackwood e Jack White, per l’album The rise & fall of Paramount Records, volume one (1917-27)
  • Miglior Album Notes: Ashley Kahn, per l’album Offering – Live at Temple University, di John Coltrane
  • Miglior Album Storico: The garden spot programs, 1950, di Hank Williams
  • Miglior Album per Engeneering: Morning phase, di Beck
  • Miglior Remix: Tijs Michiel Verwest, remixer  John Legend, per All of me (tiesto’s birthday treatment remix)
  • Miglior Album per Surround Sound: Beyoncé, di Beyoncé
  • Miglior Album di Musica Regionale: The Legacy, di Jo-El Sonnier
  • Miglior Album Reggae:  Fly Rasta, di Ziggy Marley
  • Miglior Album di World Music: Eve, di Angelique Kidjo
  • Miglior Album per Bambini: I am Malala – How one girl stood up for education and changed the world (Malala Yousafzai), di Neela Vaswani
  • Miglior Album di Musical:  Beautiful – The Carole King Musical
  • Miglior Album Blues: Step back, di Johnny Winter
  • Miglior Album Parlato:  Diary of a mad diva, di Joan Rivers
  • Miglior Comedy Album:  Mandatory fun, di “Weird Al” Yankovic
  • Miglior Album New Age: Winds of Samsara, di Ricky Kej & Wouter Kellerman
  • Miglior Assolo Jazz:  Fingerprints, di Chick Corea
  • Miglior Album Jazz Vocale:  Beautiful life, di Dianne Reeves
  • Miglior Album Jazz Strumentale: Trilogy, di Chick Corea Trio
  • Miglior Album Large Jazz Ensemble: Life in the bubble, dei Gordon Goodwin’s Big Phat Band
  • Miglior Album Latin Jazz: The offense of the drum, di Arturo O’Farrill & The Afro Latin Jazz Orchestra

Che dire, dopo questa infinita carrellata di premi, chi ne esce raggiante è Sam Smith. Il cantante inglese si porta a casa un poker di Grammy monopolizzando la serata, ma non è l’unico ad esultare. Anche Beyoncè Knowles può infatti dirsi molto soddisfatta. Per lei sono ben tre i Grammy che si porta a casa in questa edizione, toccando quota 20 in carriera… niente male! Da sottolinere come, a sorpresa, il premio per il Miglior Album dell’Anno (ed anche Miglior Album Rock) sia andato a Beck che ha battuto proprio Beyoncè, la favorita della vigilia. Le più deluse sembrano essere Sia e Katy Perry, rimaste a secco nonostante i numerosi singoli di successo sfornati durante questa annata. Tra le star che si sono esibite sul palco, da segnalare il grande ritorno degli AC/DC, poi Rihanna, Kanye West e Paul McCartney hanno cantato FourFiveSeconds ed un’esibizione in vesti “diaboliche” di Madonna. Un’altro momento di musica ha visto protagonista Lady Gaga, che ha duettato con il crooner Tony Bennett, mentre la chiusura dello spettacolo è stata affidata a Beyoncé con la sua Take My Hand Precious Lord. Cliccando su questo link potrete vedere tutte le foto della kermesse. Detto questo, per tutti voi appassionati di musica, l’appuntamento è fissato per domani con l’inizio del Festival di Sanremo! Continuate a seguirci😉

Roberto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...