Berlinale 2015: ecco a voi i vincitori

Logo Berlinale 2015 2

Questo è un periodo pieno di cerimonie ed eventi cinematografici, come sapete. Dopo i Golden Globe a Beverly Hills e i BAFTA a Londra, è questa volta il turno di Berlino, che per dieci giorni (dal 5 al 15 febbraio 2015) ha ospitato la Berlinale, o Festival Internazionale del Cinema di Berlino.

La Berlinale, inaugurata nel 1951, è uno dei festival cinematografici più prestigiosi in Europa, del livello della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e del Festival di Cannes.

Per motivi di studio, lavoro e sovraccarico di eventi (Golden Globe e BAFTA, ma anche Grammy Awards e Sanremo), non vi abbiamo aggiornato giornalmente ma oggi, ad evento concluso, non possiamo non pubblicare tutti i vincitori.

Ecco a voi la lista completa:

  • Orso d’oro al miglior film: Taxi, di Jafar Panahi
  • Orso d’argento, gran premio della giuria: El Club, di Pablo Larrain
  • Orso d’argento per il miglior regista: ex equo a Radu Iude per Aferim! Malgorzata Szumowska, per Body
  • Orso d’argento per il miglior attore: Tom Courtenay, per 45 Years
  • Orso d’argento per la miglior attrice: Charlotte Rampling, per 45 Years
  • Orso d’argento per la miglior sceneggiatura: Patricio Guzman, per El boton de nacar
  • Orso d’argento per il miglior contributo tecnico-artistico: ex equo a Sturla Brandth Grevien per la fotografia di Victoria e a Evgniy PrivinSergey Mikhakchuk per la fotografia di Under Electric Clouds
  • Miglior opera prima: 600 Miles, di Gabriel Ripstein, presentato nella sezione Panorama
  • Orso d’oro al cortometraggio: Hosanna, di Na Young-Kil
  • Orso d’argento al cortometraggio, gran premio della giuria: Bad at Dancing, di Joanna Arnow
  • Audi Film Award per il miglior cortometraggio: Planet Sigma, di Momoko Seto
  • Premio Alfred Bauer, nuove prospettive: Ixcanul, di Jayro Bustamante
  • Orso d’oro alla carriera: Wim Wenders
Vincitori festival Berlino 2015

Jafar Panahi ha vinto l’Orso d’oro al miglior film per “Taxi”. Il premio è stato ritirato dalla nipote del regista, dal momento che Panahi non può lasciare l’Iran, dopo aver partecipato a movimenti di protesta contro il regime del suo paese.

 

Selena

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...