Lavori in corso

lavori-in-corso

 

Carissimi amici, come leggete dal cartello, stiamo lavorando per Voi… ma non preoccupatevi, torneremo presto!

Dopo un primo anno di rodaggio, nel quale ci siamo messi alla prova “facendoci le ossa” nei panni di novelli blogger, abbiamo deciso che è arrivato il momento di organizzarci meglio, rifarci un po’ il look e, perché no, di rendere il nostro Bastaunclick più fruibile ed intuitivo. Per farlo, però, abbiamo bisogno di un po’ di tempo. A breve ci saranno delle belle novità che speriamo vi facciano apprezzare ancor di più il nostro blog! Durante questo periodo tutti i post rimarranno online.

In questi giorni di transizione, comunque, continuate a seguirci attraverso i social (Facebook, Twitter e Instagram). Da lì resteremo sempre in contatto con Voi e, chissà, magari vi daremo anche qualche piccolo indizio su come sarà il nuovo Bastaunclick 😉

In attesa di ripartire, ci teniamo a ringraziarvi davvero per averci letto e supportato con la vostra partecipazione fino ad ora. Senza la vostra visita quotidiana, i vostri mi piace, like e retweet, il nostro piccolo blog non sarebbe mai stato lo stesso quindi…
GRAZIE DI CUORE A TUTTI!

 

Un grande abbraccio da Selena e Roberto!!!

 

L’Italia comincia la sua corsa verso la finale!

 

IMG_0217

E così, cari amici che ci seguite, il fatidico giorno dell’esordio della nostra nazionale è finalmente arrivato. A mezzanotte (ora italiana), a Manaus, gli azzurri esordiranno ai mondiali di Brasile 2014 affrontando la temibile nazionale inglese guidata da Roy Hodgson. Nelle poche ore che ci separano da questo evento, ripercorriamo brevemente gli avvenimenti delle prime due giornate di competizione e stuzzichiamo “l’appetito” di calcio con qualche curiosità.

Nella gara inaugurale di giovedì sera, abbiamo assistito ad una prova piuttosto opaca della nazionale verdeoro che, solo grazie a qualche errore dell’arbitro giapponese Nishimura, è riuscita ad avere ragione di una Croazia davvero sopra le aspettative della vigilia. Ma forse le notizie più importanti non riguardano il campo. Continua a leggere

Ayrton e Roland, vent’anni dopo quel maledetto weekend

Senna Ratzenberger

E’ passato tanto tempo da quel tragico Gran Premio di Imola del 1994.
Nel fine settimana più buio che la F1 ricordi persero la vita due piloti, Ayrton Senna e Roland Ratzenberger. Quelle giornate e quelle immagini ancora oggi, a vent’anni di distanza, rimangono indelebili nella mente di tutti noi.

Già dal venerdì, durante le prove libere, si era capito che quel GP non era nato sotto una buona stella. L’allora giovanissimo pilota brasiliano Rubens Barrichello, infatti, perde il controllo della sua monoposto a velocità folle proprio sui cordoli della Variante Bassa.
Continua a leggere

Si scatta un selfie durante una rapina: arrestato

Selfie rapina

ROTHERHAM (INGHILTERRA) – La dilagante moda di farsi autoscatti con lo smartphone, conosciuti da tutti come selfie, pare aver contagiato davvero tutti. Già, proprio tutti, anche i più insospettabili… ad esempio i ladri!
Qualche settimana fa in Inghilterra, il protagonista di una rapina, nel bel mezzo del furto, non ha resistito alla tentazione di auto-celebrarsi con un bel selfie allo specchio.

Questa “furbata” degna di uno stratega (in senso ironico ovviamente) è venuta in mente all’inglese Ashley Keast, un ladro che si è intrufolato in un appartamento di Rotherham. Nel bel mezzo della rapina, però, gli è capitato tra le mani anche uno smartphone e, non riuscendo a resistere alla tentazione, si è fatto una bella foto ricordo.

L’ingenuo ladro, però, non si è fermato qui. Continua a leggere

Manda 80.000$ in fumo con un post su Facebook

Dana Snay post fb

LONDRA – «Mamma e papà hanno vinto la battaglia contro Gulliver che mi pagherà le vacanze estive per quest’anno». Con questo post su Facebook, la giovane Dana Snay ha mandato in fumo ben 80.000 dollari che di lì a poco avrebbero incassato i propri genitori. Il padre di Dana, Patrick Snay, dopo aver concluso il rapporto lavorativo con la Gulliver Preparatory School, aveva infatti siglato un accordo di riservatezza con il suo ex datore di lavoro per una causa di discriminazione.

L’azienda aveva proposto di risarcirlo con 80.000 dollari se l’uomo avesse ritirato l’accusa e mantenuto segreto l’accordo. Purtroppo per lui, però, l’ultima parte dell’accordo è stata violata dall’imperdonabile “leggerezza” della figlia che, infangando il nome della società su Facebook, ha fatto svanire qualsiasi sogno di gloria suo e dei genitori.
Dana, per colpa di questo post, ha fatto spargere la voce in pochissimo tempo grazie anche ai 1.200 amici che ha sul social network. Continua a leggere

Il muratore che stucca per sbaglio l’opera d’arte

opera_eron_stuccata_(corriere.it)

RAVENNA – E’ possibile che un buco disegnato su un muro sia talmente realistico da trarre in inganno tutti, pubblico e addetti ai lavori?
L’artista riminese Eron, alias Davide Salvadei, qualche mese fa ha realizzato un’opera d’arte per una mostra del progetto ‘Critica in arte’. Questa opera consisteva appunto nel disegnare su di una parete l’ombra di un grande specchio che, per rendere tutto più veritiero, è stato appoggiato sul pavimento proprio come per simularne la caduta, con conseguente rottura in mille pezzi.
Per rendere ancora più realistico ed appagante il tutto, Eron ha pensato bene di disegnare anche il buco del chiodo che avrebbe dovuto sostenere l’oggetto.
Come potete ben vedere dalla foto qui sopra, il disegno era talmente reale che in molti si sono chiesti se il buco nella parete fosse vero. L’installazione si quindi è rivelata un vero successo, ma il bello doveva ancora venire. Continua a leggere